Il circo della fotografia

Forza.jpg

Il circo della fotografia

Quando ci chiediamo perché lavorare e guadagnare con la Fotografia ora ha, per la maggior parte dei professionisti, modalità ed esigenze del tutto differenti rispetto al passato, consideriamo che Internet vanta 3,77 miliardi di utenti, ovvero circa il 50% della popolazione mondiale. Potenzialmente – anche se non professionalmente – chiunque può dilettarsi con la fotografia e proporre i propri scatti al mondo.

Parliamoci chiaramente, la Fotografia è nella vita di tutti, non importa se scatti con uno Smartphone, una Reflex o una Mirrorless, non importa se utilizzi Facebook, Instagram o 500px per condividere i tuoi scatti, c'è e ci sarà ovviamente sempre distinzione – lavorativa – tra professionisti, amatori e, come amo chiamarli, creatori di ricordi, ma tutti continueremo a realizzare e pubblicare le nostre fotografie. 

"Fino a qui, tutto bene", diceva Hubert nel film L'Odio, eppure, l'evoluzione informatica, tra le tante opportunità che offre, presenta anche lati fortemente negativi, tra cui, uno dei più deleteri: il circo della fotografia. La nostra forma d'arte, di comunicazione ed espressione è letteralmente invasa da fantomatici esperti che si mettono in gioco, sfruttando i vari Social, non per contribuire alla crescita della Fotografia 2.0 e dare un buon consiglio a chi vuole imparare e migliorare le proprie fotografie, ma abbassando drasticamente l'asticella della qualità e dell'utilità, solo e unicamente per costruire un personaggio, sfamare il proprio ego e fare i propri interessi. In sostanza, riempendo di concetti copia incollati, trattati con estrema superficialità, le menti di chi si fida di loro; creando piccoli fotografi.

La Fotografia non è un circo (termine che ho utilizzato appositamente per descrivere uno spettacolo, un'esibizione, un'entrare in scena), non ha bisogno di clown né giocolieri... figure professionali di quel tipo vale decisamente più la pena fotografarle.

Ogni falsità è una maschera, e per quanto la maschera sia ben fatta, si arriva sempre, con un po’ di attenzione, a distinguerla dal volto.
— Alexandre Dumas

Valuta attentamente chi hai davanti agli occhi, il Web è ricco d'informazioni, figure sincere e professionali che possono realmente darti un buon consiglio e guidarti, ma per il resto, vivi la Fotografia, acquista libri ed e-book, visita mostre, partecipa a workshop di persone che stimi, studia le opere dei grandi fotografi.

I veri vincitori preferiscono perdere, arricchirsi, rialzarsi e prendersi tutto.

Venite pure avanti, poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati,
buffoni che campate di versi senza forza, avrete soldi e gloria, ma non avete scorza.
— Francesco Guccini

Ti consiglio di leggere anche: Questione di punti di vista

Buona Luce!