La crisi dei lavori creativi

LavoriCreativi.jpg

La crisi dei lavori creativi

O crisi della creatività?

Inutile negarlo, i lavori creativi – e non solo – vivono un periodo di forte crisi. Le nuove tecnologie hanno stravolto le regole della comunicazione, portato saturazione in molteplici ambiti professionali. Come se non bastasse, il web è sommerso da individui improvvisati, pronti a creare ulteriore confusione.

Lavorare – guadagnare, pagare affitto e bollette – come fotografo, grafico, videomaker, scrittore, per citarne alcuni, è ad oggi un sogno irrealizzabile? Probabilmente no, ma devi rimboccarti le maniche, cambiare mentalità, aprire i tuoi orizzonti, accettare la modernità, reinventare te stesso. 

L’enorme carico di tradizioni, abitudini e costumi che occupa la maggior parte del nostro cervello zavorra impietosamente le idee più brillanti e innovative.
— José Saramago
  • Reinventarsi è la parola chiave, per quanto tu possa essere bravo nella tua professione madre, se non vuoi finire in un vortice di concorrenza e offerte insuperabili, devi sfruttare la tua creatività per creare una nuova figura professionale. Parliamoci chiaro, professionalmente parlando, ai giorni nostri non esiste più il fotografo alla Henri Cartier-Bresson o lo scrittore alla Guy de Maupassant, se non in sporadici e fortunati casi; in compenso può esistere un fotografo che è anche un ottimo comunicatore e scrittore (es. Ferdinando Scianna) o un regista che è anche un ottimo musicista e compositore (es. Yoann Lemoine).

  • Sviluppa ciò per cui sei portato, altrimenti finirai per assomigliare agli individui improvvisati che ho citato nell'introduzione di questo articolo. Gente che dall'oggi al domani decide di sfruttare un qualsiasi Social per proporre servizi di dubbia qualità, facendo leva su prezzi stracciati e sull'ignoranza di persone inesperte (o che si credono furbe). Saresti felice di farti operare da un chirurgo non professionista solo perché costa poco?

  • Rispetta il lavoro altrui, internet è una fonte inesauribile di informazioni e servizi ma ciò non significa che tutto debba essere gratuito o dovuto. Se un contenuto ti arricchisce supporta il suo autore, se hai bisogno di un collaboratore trattalo come vorresti essere trattato.

Ti consiglio di leggere anche: Il circo della fotografia e Comunichi male? Non è un problema!

Buona Luce!